FORSE L’ARTISTA ERA UN PO’ NERVOSO

24 luglio 2012 § Lascia un commento

“Va a lavorare, ha un appuntamento, si ripara in un negozio perché fuori piove”: La ragazza che scappa di Pistoletto esce dal quadro e finisce nella quotidianità di chi la guarda, mentre la Signorina seduta di Lucio Fontana “si fa bella perché va a una festa”. I commenti degli studenti del CTP di Rozzano in visita al Museo del Novecento sono illuminanti passi di un processo di riconoscimento di sé nell’arte che valorizza le differenze e trasforma la distanza in motivo d’orgoglio. Ed è giusto che la sfilata gioiosa dei ragazzi davanti all’arazzo mondialista di Boetti concluda Forse l’artista era un po’ nervoso, film voluto da Paola Lodola e da Monica Gallo, che l’hanno prodotto con la scuola media Luini Falcone dove insegnano. L’arte come strumento di conoscenza, spiazzamento delle convenzioni: un lavoro che va visto e diffuso il più possibile”.

Luca Mosso, su Tuttomilano, giovedì 7/6/12

"Forse l'artista era un po' nervoso", 2012

Still da video “Forse l’artista era un po’ nervoso”, 2012

Una classe di ragazzi di diversi paesi del mondo passa una mattinata al Museo del Novecento di Milano.

Per prepararsi, nella loro scuola di Rozzano, gli studenti hanno selezionato alcune opere e hanno scritto tutti insieme dei testi per descriverle. Alla fine ciascuno ne ha scelta una e ne ha memorizzato la spiegazione per raccontarla al museo, microfono in mano, ai compagni e a qualche uditore occasionale. Per molti di loro è la prima visita a un museo e quelle che dicono sono le prime frasi di una certa complessità formulate in italiano.

Intimiditi prima e più spigliati dopo, i ragazzi si muovono nelle sale del museo per esplorarlo. Si incuriosiscono anche a opere che non avevano scelto e provano, magari con lo stesso metodo usato in classe, a comprenderne il senso. Colgono bene il significato delle due versioni di Quelli che vanno di Boccioni e giocano con le motivazioni che avrebbero spinto Kounellis a dipingere una grande Rosa nera, si immedesimano nella Signorina seduta di Fontana, che forse andrà a una festa, e associano i segni misteriosi di Carla Accardi agli alfabeti sconosciuti dei loro compagni.

Alternando il lavoro in classe a quanto accade al museo, Forse l’artista era un po’ nervoso mostra un tentativo di fare scuola e di imparare l’italiano attraverso la costruzione e l’analisi di testi scritti insieme. Ma è anche una riflessione sulle timidezze, le curiosità e il modo di guardare di un gruppo di adolescenti che si sta ambientando.

Prodotto dalla Scuola Media Luini Falcone di Rozzano – CTP

Promosso da Monica Gallo

Da un’idea di Paola Lodola

Riprese di Hu Bin Bin, Kevin Elizaude, Marco Chen, Monica Gallo, Paola Lodola.

Montaggio di Stefania Rossi

Hanno partecipato: Jonathan Acosta Merino, Fredj Belhadj Brahim, Rodolfo Dagoberto Callejas,Wilber Antonio Callejas, Marco Chen, Azzouz Daisse, Kevin Elizaude, Fan Xing Wei , Hu Bin Bin, Hu Jia Jia, Hu Jian Chu, Marianna Impagnatiello, Jahirul Islam, Lu Fei, Lu Xishuang, Moustafa Mahmoud, Georg Mokhtar, Mohamed Nagah, Beter Nagy Botros Basha, Christopher Odiley, Qiu Xiao Wei, Mohamed Sanad, Ghada Sayendom, Randa Sayendom, Su Sun Jie, Riaz Uddin, Mina Raafat Wardy Amin, Wu Bao Rui, Montserrat Zemiti.

Musiche: Improvvisazione di percussioni degli studenti del CTP con Giuseppe Lo Preiato; Punta safò dell’Art Gallery Ensembl

Post produzione audio: Emiliano Baragiola

Durata: 35 minuti

CS CTP ROZZANO

CS MUSEO DEL 900

Annunci

DAL TERREMOTO ALLA RESISTENZA frammenti di arte e vita

11 novembre 2011 § Lascia un commento

Un progetto di IDEANNA POLLEC DEDALONIC

ideato e realizzato da Marcella Fanzaga e Stefania Rossi

http://ideannapollecdedalonic.blogspot.com/2011/11/dal-terremoto-alla-resistenza-frammenti.html

 

MILANO 55,1 – CRONACA DI UNA SETTIMANA DI PASSIONI

8 agosto 2011 § Lascia un commento

film collettivo sul ballottaggio milanese
http://www.milano30maggio.it/

FESTIVAL DEL CINEMA DI LOCARNO

pressbook

il manifesto

THE BLACK YELLOW TREE

22 novembre 2010 § Lascia un commento

THE BLACK YELLOW TREE

FILMMAKER FESTIVAL – PRODUZIONI 2010

Premio Memoria Diffusa Archivio Storie Digitali

Still da video The Black Yellow Tree, 2010

Regia: Francesco Bertocco

Sceneggiatura: Francesco Bertocco

Montaggio: Stefania Rossi

Musica: Federico Chiari

Voce Narrante: Sara Bertelà

The Black Yellow Tree è una storia privata tra le tante, colta tra due momenti specifici della storia passata, l’atomica di Hiroshima e lo sbarco sulla luna, in cui la manifestazione del progresso scientifico e tecnologico si fondono in un impatto totalizzante con la visione. L’immagine della bomba si presenta all’improvviso, in tutta la sua tragica violenza, permanendo all’interno del racconto come un leitmotiv, una visione costante che poco alla volta assorbe tutti i piani dell’esperienza. La perdita di una persona, il tentativo di ritrovarla, si perdono dentro la Storia, talmente ingombrante da raccogliere dentro di sé ogni altra cosa.

I|F Interface

28 maggio 2010 § Lascia un commento

3a tappa di Platform Translation

MLAC – ROMA, dal 25/05/2010 al 04/06/2010

non fa una piega

video, durata 5′, 2010

di Carlo Steiner | Stefania Rossi | Marc Vincent Kalinka | Sergio Palimodde

backstage performance al carlton hotel baglioni di milano

performance di Stefania Rossi

‘NONFAUNAPIEGA’ performance di stefania rossi, backstage. foto di andrea cillo

Ideanna Pollec Dedalonic all’incontro con Rosi Braidotti: Nuove femministe nomadi. Bologna 3-4 maggio 2010.

9 maggio 2010 § 1 Commento

IDEANNA POLLEC DEDALONIC all'Incontro con Rosi BraidottiIDEANNA POLLEC DEDALONIC all'Incontro con Rosi Braidotti: Nuove femministe nomadi. 3-4 Maggio 2010IDEANNA POLLEC DEDALONIC all'Incontro con Rosi Braidotti: Nuove femministe nomadi. 3-4 Maggio 2010IDEANNA POLLEC DEDALONIC all'Incontro con Rosi Braidotti: Nuove femministe nomadi. 3-4 Maggio 2010IDEANNA POLLEC DEDALONIC all'Incontro con Rosi Braidotti: Nuove femministe nomadi. 3-4 Maggio 2010IDEANNA POLLEC DEDALONIC all'Incontro con Rosi Braidotti: Nuove femministe nomadi. 3-4 Maggio 2010Rappresentanti di Ideanna:Vera Maglioni, Roberta Peveri, Stefania Rossi.

IDEANNA POLLEC DEDALONIC all'Incontro con Rosi Braidotti: Nuove femministe nomadi. 3-4 Maggio 2010 Alma Mater Studiorum – Università di Bologna / Associazione Orlando

@ performance season 2010

23 aprile 2010 § Lascia un commento

@ by Stefania Rossi, performance del 11 aprile 2010, durata 30'

@ by Stefania Rossi, Still da video, performance del 11 aprile 2010, durata 30'

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: